Programma in Sintesi (da Completare)

Questo programma è stato creato per cambiare radicalmente la nostra città, per passara da comune sciolto per mafia a comune virtuoso. Non troverete progetti fantasmagorici o troppo onerosi per le casse comunali, vedi Aurelia Bis, bensì una serie di proposte ralizzabili anche con le risorse sempre più ridotte che i comuni hanno, e avranno, a disposizione.

TRASPARENZA E PARTECIPAZIONE
  • Inserire nel sito del comune di Ventimiglia le modalità di esecuzione e i costi preventivati di tutte le società partecipanti alle gare d'appalto indette del comune, i curricula e i risultati delle prove d'esame di ciascun candidato ai concorsi pubblici, i compensi di ogni carica comunale, dal sindaco al dirigente ed il bilancio municipale preventivo e consuntivo.
  • Bilanci comunali reddati in maniera comprensibile anche per i non addetti ai lavori;
  • Installazione di webcam all'interno della sala del consiglio comunale.
  • Creazione ed istituzionalizzazione dei comitati di quartiere, regolamentandoli ed organizzando le elezioni di quartiere. I comitati dovranno servire per raccogliere e formulare proposte, per convogliare eventuali lamentele fungendo da veri e propri mediatori con l'amministrazione.
  • Creazione di una "wish box" ("scatola dei desideri") e ovviamente di una pagina web in cui convogliare le lamentele ed i consigli dei cittadini.
  • Introduzione di un sistema, già utilizzato nella città di Udine e basato su una specifica App per smartphone, mediante il quale si possa segnalare all'amministrazione, attraverso una semplice foto, problemi e disservizi vari (buche, cumuli di rifiuti abusivi ed altro) potendo in seguito controllare lo sviluppo dei lavori. Lo scopo di questa applicazione è di fornire uno strumento per il controllo e la valutazione dell'operato dell'amministrazione, consentendo ai cittadini di prendersi "cura" della propria città. In tal modo sarebbe anche possibile superare, almeno in parte, la dannosa consuetudine che induce spesso i cittadini ad affidarsi alle conoscenze personali per risolvere problematiche i cui tempi di intervento, da parte dell’amministrazione, talvolta si dilatano irragionevolmente
RISPARMIO ENERGETICO E ECOLOGIA
  • Installare pannelli solari su tutti gli edifici e luoghi pubblici comunali (scuole, palazzo comunale, tribunale, palestra ecc.) tramite i G.A.S (gruppi di acquisto solidali) le società E.S.C.O., società che finanziano gli interventi atti al miglioramento energetico, condividendo successivamente il risparmio economico derivante dal risparmio stesso.
  • Incentivazione della raccolta differenziata fino ad arrivare alla raccolta "porta a porta", ciò presenta diversi aspetti positivi: libera un certo numero di posteggi per auto (quelli attualmente occupati dai cassonetti), crea posti di lavoro, è ecologica e permette di far risparmiare le famiglie. Un esempio a noi vicino lo dimostra: a Camporosso, dove la raccolta differenziata arriva al 55%, la TARES per una casa abitata da due persona ammonta a 200 euro, a Ventimiglia (19% di differenziata), 421 euro.
RILANCIO TURISTICO
  • Rilancio e valorizzazione del patrimonio storico-culturale-ambientale ventimigliese attraverso una serie di interventi mirati (biglietto unico per tutti i musei e le zone di interesse archeologico, introduzione di tecnologie interattive che coinvolgano maggiormente turisti e visitatori nella scoperta dei siti, valorizzazione dell’area umida alla foce del Nervia).
  • Valorizzazione della rete dei sentieri intemeli, installando lungo i percorsi disegni, statue o opere artistiche di altro genere collegate ad una storia mitologica, fiabesca o ancora meglio una leggenda ambientata nel nostro territorio.
  • Adozione di tutti i criteri e le normative utili per il conseguimento della "bandiera blu".
  • Creazione di spiagge libere attrezzate e spiagge per cani libere e attrezzate in modo che i gestori le mantengano pulite e forniscano più servizi agli ospiti a 2 e 4 zampe.
  • Aumentare il numero di spiagge con accessi per disabili.
  • Adibire una spiaggia per naturisti con le sue norme, lontana dal centro.
  • Campo da beach volley libero e gratuito.
 MERCATO DEL VENERDÌ
  • Istallazione di segnali "conta parcheggi liberi" per il parcheggio di piazza del Comune.
  • Far rispettare le corsie di emergenza all'interno del mercato.
  • Assunzione a chiamata di persone per fornire informazione ai turisti del venerdì che aiutino, quindi, anche il deflusso del traffico.
  • Infine, soluzione più complicata (discussione con RT, Colombo e ferrovie), utilizzare la piazza del Comune e corso della Repubblica come spazio per il mercato, nel contempo creare parcheggio nella zona scalo merci di Bevera collegato con il centro da delle navette, incanalando precedentemente i francesi al parcheggio direttamente dall'autostrada e da corso Francia.
 FRAZIONI
  • Destinare annualmente una percentuale del bilancio per interventi di riqualificazione nelle frazioni, al fine di mantenerne vivo il tessuto economico e sociale.
  • Coinvolgimento dei comitati di quartiere, da incontrare con scadenza almeno semestrale, al fine di individuare e risolvere tempestivamente le problematiche più urgenti.
  • Incetivazione dei cosiddetti "interventi di solidarietà", già sperimentati con successo in altre realtà cittadine (forniture di materiale da parte del comune e prestazioni di manodopera volontaria e gratuita da parte degli abitanti per realizzare opere a beneficio della comunità, ad esempio piccolo parcheggio a Torri).
VIABILITÀ  
Una soluzione definitiva per il traffico di Ventimiglia sarebbe la famosa Aurelia Bis, opera che, in questo momento di crisi economica sia nazionale che locale, risulta totalmente irrealizzabile.
Un'altra soluzione di cui si è molto discusso è la cosiddetta "strada a monte", anche questa soluzione è molto complicata e costosa perché prevede la costruzione di due gallerie e un cavalcavia.
  • Costruzione di due rotonde per rendere a doppio senso di marcia i due ponti sul Roja: in questo modo dsi sdoppierebbero le strade in uscita da Ventimiglia che attualmente si concentrano nella rotonda di largo Torino. Questa è una soluzione sicuramente parziale (perché si occupa solo di una delle due uscite di Ventimiglia, quella lato Francia) ma facilmente realizzabile e poco onerosa per le casse comunali.
  • Pedonalizzazione di tutta via Hanbury (attualmente chiusa al traffico solo per un breve tratto): si creerebbe così, in piazza Venti Settembre, la prima ed unica piazza libera dalle auto di tutto il centro città. Resterebbe comunque consentito il passaggio per i residenti proprietari di box auto nella zona. Ovviamente si dovrebbe trovare un'altra collocazione per la sede della Croce Verde (che peraltro nella attuale condizione è decisamente sacrificata) e in contemporanea si dovrebbe creare un parcheggio per sostituire quelli eliminati, utilizzando l'ex deposito delle ferrovie francesi, dopo averlo acquisito.

SERVIZI SOCIALI
L'argomento è stato molto dibattuto: ne sono scaturite moltissime proposte, purtroppo quasi tutte molto dispendiose e dunque irrealizzabili in tempi di profonda crisi per le casse comunali e in generale per tutti gli enti statali. Per tale motivo abbiamo ritenuto di non inserirle direttamente nel programma.
Esempi sono l'incentivazione dello strumento della borsa lavoro per le persone disagiate o la creazione di nuove "case popolari" attraverso la donazione di edifici comunali ad ARTE. Ovviamente, in caso di una futura possibilità oggettiva da parte del comune, Alternativa Intemelia non esclude di realizzare tali obiettivi
Le proposte di Alternativa Intemelia realizzabili invece con spese contenute sono:
  • Eliminazione delle barriere architettoniche da tutti i marciapiedi
  • Acquisto diretto da parte dell'amministrazione di derrate alimentari da fornire alle persone disagiate, sostituendo lo strumento dei "buoni" precedentemente usati, con un notevole risparmio di risorse.
  • Ristrutturazione del centro anziani.
  • Creazione di un ufficio che si occupi di istituire la "banca del tempo" (si intende un particolare tipo di associazione che si basa sullo scambio gratuito di "tempo") e che supporti e promuova il volontariato (ad esempio lezioni/ripetizioni per studenti appartenenti a famiglie disagiate, azioni di supporto a Caritas, Spes, canile, ecc.).
  • Intermediazione tra supermercati e la Caritas per il recupero dei cibi in scadenza da distribuire a persone in stato di disagio economico.
  • Incentivazione della figura della "governate di condominio", nuovo soggetto lavorativo che racchiude in sé quello dalla governante, della badante e della baby sitter condivisa da un intero condominio: in tal modo gli inquilini potrebbero risparmiare ed avere a disposizione una persona di fiducia e competente. Nel contempo, qualora l'amministrazione riuscisse ad inserire tale figura in un condominio in cui vivono persone anziane assistite dai servizi sociali , anche il comune riuscirebbe a risparmiare o almeno a fornire un servizio più efficiente.
  • Valutazione di tutte le scuole presenti sul territorio, messa in regola dal punto di vista strutturale e antisismico, rilevazione della presenza di amianto e bonifica. È chiaro che la realizzazione di quest'ultimo punto richiede investimenti consistenti e dunque la sua collocazione all'interno del programma potrebbe apparire in contrasto con quanto affermato nella premessa. Tuttavia, Alternativa Intemelia ritiene che sia un argomento di assoluta importanza, non più eludibile in un territorio notoriamente sismico e dissestato dal punto di vista idrogeologico come il nostro. Pertanto, le risorse andranno reperite, operando opportuni tagli a settori non di primaria rilevanza.
ALTRO
  • Proporre il Car Sharing con i comuni da Ventimiglia a Sanremo.
  • Bike Sharing.
  • Permettere l'utilizzo di spazi comunali in comodato d'uso gratuito per la creazione di orti collettivi e di uliveti.
  • Eliminazione delle barriere architettoniche dai marciapiedi.
  • Ampliamento orari comunali.
  • Registro coppie di fatto.
  • Incentivi sulla tares per i bar che abbandonano le slot machine.
  • Bilancio comunale scritto in un linguaggio comprensibile anche dai non addetti ai lavori.
  • Giardini: renderli più vivi con manifestazioni, far aprire un chiosco, aumentare il verde calpestabile, Wi-Fi libero, creare una zona con panche a sdraio o permettere al chiosco di affittare le sdraio, asfaltare (morbido) le stradine dei giardini.